Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

Master

Anno Accademico 2018/2019

Nuovo Master II livello in “VALUTAZIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA DELLA CITTA’ E DEL TERRITORIO”

Il Master Universitario di II livello in “VALUTAZIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA DELLA CITTA’ E DEL TERRITORIO” si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla elaborazione di piani strategici in ambito urbano e di area vasta, nonché delle procedure di valutazione ambientale ed economica ad essi legate. Il Master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo della pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, nel campo della valutazione economica di piani e progetti e nel campo dei sistemi infrastrutturali.
Il Master risponde alla richiesta sempre più pressante, negli ultimi anni, di reclutare esperti in grado di operare nell'ambito dell’economia delle risorse territoriali e ambientali e dello sviluppo locale. E’ ormai diffusa, infatti, la consapevolezza che la promozione, il coordinamento e la pianificazione di processi di rigenerazione urbana e di sviluppo del territorio richiedono necessariamente un approccio di tipo strategico.

Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:
• Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale
• Programmazione economica
• Metodi di valutazione economica ed ambientale qualitativi e quantitativi
• Sistemi informativi territoriali
• Diritto ambientale, del paesaggio e degli enti locali.

Possono iscriversi al Master i laureati magistrali delle seguenti classi di laurea ed affini: LM4 Architettura; LM48 Urbanistica; LM23 Ingegneria Civile; LM 35 Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio. L’affinità di eventuali altre classi di laurea sarà valutata dal Comitato Tecnico del Master. Possono, altresì, accedere al Master discenti in possesso di titoli di studio rilasciati da Università straniere, presentando il titolo di laurea corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana.
Il Master, della durata di un anno (60 CFU), avrà inizio entro il mese di marzo 2019 e sarà ultimato entro e non oltre il 31 dicembre 2019, per una durata complessiva di 1500 ore. La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale, per tutte le attività. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.
Il percorso formativo del Master, avvalendosi di competenze multidisciplinari, si articola in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, stage/project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 44 CFU e 16 CFU saranno le ore del periodo di stage o di project work (di cui 5 CFU di prova finale e 5 di tesi). Una dissertazione finale concluderà il percorso formativo. Sono previsti seminari di alto profilo con la partecipazione di esperti, a livello nazionale ed internazionale, sulle tematiche affrontate.
Il Master si potrà avvalere di protocolli d'intesa e collaborazioni con gli Enti Locali, gli Ordini Professionali e le Organizzazioni di Categoria.
Il costo per la partecipazione al Master è di 1.500,00 €, pagabili in 3 rate, la scadenza per la presentazione delle domande di iscrizione è il 7 febbraio 2019 9 marzo 2019 (PROROGA).

Bando_master.pdf

Domanda_allegati.docx



Master Universitario di II livello in "Valutazione e pianificazione strategica della città e del territorio"

Il Master Universitario di II livello in “VALUTAZIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA DELLA CITTA’ E DEL TERRITORIO” si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla elaborazione di piani strategici in ambito urbano e di area vasta, nonché delle procedure di valutazione ambientale ed economica ad essi legate. Il Master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo della pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, nel campo della valutazione economica di piani e progetti e nel campo dei sistemi infrastrutturali.

Il Master risponde alla richiesta sempre più pressante, negli ultimi anni, di reclutare esperti in grado di operare nell'ambito dell’economia delle risorse territoriali e ambientali e dello sviluppo locale. E’ ormai diffusa, infatti, la consapevolezza che la promozione, il coordinamento e la pianificazione di processi di rigenerazione urbana e di sviluppo del territorio richiedono necessariamente un approccio di tipo strategico.

Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:

• Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale

• Programmazione economica

• Metodi di valutazione economica ed ambientale qualitativi e quantitativi

• Sistemi informativi territoriali

• Diritto ambientale, del paesaggio e degli enti locali.

Possono iscriversi al Master i laureati magistrali delle seguenti classi di laurea ed affini: LM4 Architettura; LM48 Urbanistica; LM23 Ingegneria Civile; LM 35 Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio. L’affinità di eventuali altre classi di laurea sarà valutata dal Comitato Tecnico del Master. Possono, altresì, accedere al Master discenti in possesso di titoli di studio rilasciati da Università straniere, presentando il titolo di laurea corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana.

Il Master, della durata di un anno (60 CFU), avrà inizio entro il mese di gennaio 2019 e sarà ultimato entro e non oltre il 31 dicembre 2019, per una durata complessiva di 1500 ore. La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale, per tutte le attività. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.

Il percorso formativo del Master, avvalendosi di competenze multidisciplinari, si articola in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, stage/project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 44 CFU e 16 CFU saranno le ore del periodo di stage o di project work (di cui 5 CFU di prova finale e 5 di tesi). Una dissertazione finale concluderà il percorso formativo. Sono previsti seminari di alto profilo con la partecipazione di esperti, a livello nazionale ed internazionale, sulle tematiche affrontate.

Il Master si potrà avvalere di protocolli d'intesa e collaborazioni con gli Enti Locali, gli Ordini Professionali e le Organizzazioni di Categoria.

La scadenza per la presentazione delle domande di iscrizione è il 22 novembre 2018.

Bando

/ Allegati

Ammessi_master_pau.pdf


Master universitario di secondo livello in “Economia dello sviluppo e delle risorse culturali, territoriali e ambientali”

Il Master si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla valorizzazione e gestione delle risorse territoriali, culturali e ambientali, dei processi di sviluppo, della programmazione del territorio. In particolare, in relazione alla sempre più consistente domanda di competenze adeguate che riguardano il governo del territorio, le politiche di sviluppo e l’avvio di circoli virtuosi a livello territoriale. Il master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo economico, statistico, aziendale, territoriale, e di valorizzazione dei beni culturali.

Il Master intende formare una figura dinamica e duttile in grado di interagire con il territorio nelle sue diverse componenti socio-economiche ed istituzionali, dotata di conoscenze e strumenti per condurre, in via preliminare un’opera di sensibilizzazione alla cultura dello sviluppo dal basso. Capace di animare e vitalizzare il territorio, anche facendo da liaison tra i diversi soggetti che vi operano. Capace di mettere in discussione e rimuovere luoghi comuni e resistenze culturali antichi verso l’iniziativa imprenditoriale e ancor più verso le potenzialità di crescita di piccole e piccolissime imprese, spesso vittime di un atteggiamento di rassegnazione e disistima.

Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:

  • Economia dello Sviluppo
  • Politiche di sviluppo e politiche regionali e territoriali
  • Economia dei beni e delle attività culturali
  • Politica economica regionale
  • Programmazione economica
  • Metodi di valutazione e metodi quantitativi.

È rivolto a laureati magistrali che abbiano conseguito il titolo, in Italia o all’estero, nei corsi di laurea secondo il nuovo ordinamento o secondo il vecchio ordinamento.

Data di pubblicazione: 27 luglio 2018

Scadenza*: 30 novembre 2018

Bando ed allegati: http://www.pau.unirc.it/master.php

*Scadenze precedenti: 27/9 (prima pubblicazione) - 31/10 (proroga)

: 27 settembre 2018. Presentazione domande dal 30.07.2018 al 27.09.2018. - Si precisa che gli uffici del Dipartimento rimarranno chiusi dal 30.07.2018 al 27.08.2018.

Decreto Rettorale di riapertura termini: n. 215 del 28 settembre 2018
RIAPERTURA TERMINI DI SCADENZA al 31 OTTOBRE 2018 per la presentazione delle domande di ammissione per l’anno accademico 2018/2019 al Master di secondo livello in “ECONOMIA DELLO SVILUPPO E DELLE RISORSE CULTURALI TERRITORIALI EAMBIENTALI”.

Bando ed allegati

domanda_ammissione.doc


Anno Accademico 2017/2018

Master Universitario di II livello per “CONSULENTE TECNICO IN AMBITO GIUDIZIARIO”

È istituito per l’anno accademico 2017-2018 presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, dal Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica (PAU), il Master Universitario di II livello per “CONSULENTE TECNICO IN AMBITO GIUDIZIARIO” diretto dal Prof. Raffaele Pucinotti

Il Master si propone di formare professionisti altamente qualificati che abbiano competenze tecnico-scientifiche nell’ambito della consulenza per l’Autorità Giudiziaria o per soggetti pubblici e privati.

Il percorso didattico ha lo scopo di formare esperti con adeguata professionalità per affrontare le problematiche tipiche delle Scienze Forensi, di esaminare e discutere perizie e consulenze come consulente tecnico d'ufficio (C.T.U.) nei procedimenti civili e penali, come perito/consulente di parte (C.T.P.) o come verificatore tecnico nella giustizia amministrativa.

E’ rivolto a laureati che abbiano conseguito il titolo, in Italia o all’estero, nei Corsi di Laurea secondo il nuovo ordinamento o secondo il vecchio ordinamento.
Il Master avrà inizio entro il mese di novembre 2017 e sarà ultimato entro e non oltre il 31 ottobre 2018, per una durata complessiva di 1500 ore associate ad un totale di 60 crediti formativi (CFU). La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.

Il percorso formativo del Master, avvalendosi di competenze multidisciplinari, si articola in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 42 CFU, 10 CFU saranno quelli impegnati dallo stage o project work, 4 CFU saranno dedicati alle attività seminariali e 4 CFU saranno quelli della prova finale, che concluderà il percorso formativo.

Sono previsti seminari di alto profilo, aperti anche a studenti e professionisti non iscritti al Master, con la partecipazione di esperti, a livello nazionale e internazionale, sulle tematiche affrontate.

scarica il bando


Master Universitario di II livello in “Politiche di Sviluppo e Gestione delle Risorse, Culturali, Territoriali e Ambientali”

È stato istituito per l’anno accademico 2017-2018 presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, dal Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica (PAU), il Master Universitario di II livello in “Politiche di Sviluppo e Gestione delle Risorse, Culturali, Territoriali e Ambientali” diretto dal Prof. Domenico Marino.
Il Master universitario si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla valorizzazione e gestione delle risorse territoriali, culturali e ambientali, dei processi di sviluppo, della programmazione del territorio. In particolare, in relazione alla sempre più consistente domanda di competenze adeguate che riguardano il governo del territorio, le politiche di sviluppo e l’avvio di circoli virtuosi a livello territoriale. Il master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo economico, statistico, aziendale, territoriale, e di valorizzazione dei beni culturali.
Il Master intende formare una figura dinamica e duttile in grado di interagire con il territorio nelle sue diverse componenti socio-economiche ed istituzionali, dotata di conoscenze e strumenti per condurre, in via preliminare un’opera di sensibilizzazione alla cultura dello sviluppo dal basso. Capace di animare e vitalizzare il territorio, anche facendo da liaison tra i diversi soggetti che vi operano. Capace di mettere in discussione e rimuovere luoghi comuni e resistenze culturali antichi verso l’iniziativa imprenditoriale e ancor più verso le potenzialità di crescita di piccole e piccolissime imprese, spesso vittime di un atteggiamento di rassegnazione e disistima.
Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:

  • Economia dello Sviluppo
  • Politiche di sviluppo e politiche regionali e territoriali
  • Economia dei beni e delle attività culturali
  • Politica economica regionale
  • Programmazione economica
  • Metodi di valutazione e metodi quantitativi

E’ rivolto a Laureati Magistrali che abbiano conseguito il titolo, in Italia o all’estero, nei Corsi di Laurea secondo il nuovo ordinamento o secondo il vecchio ordinamento

Il Master avrà inizio entro il mese di ottobre 2017 e sarà ultimato entro e non oltre il 31 ottobre 2018, per una durata complessiva di 1500 ore associate ad un totale di 60 crediti formativi (CFU). La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale, per tutte le attività. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.
Il percorso formativo del Master si articolerà in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 30 CFU, di cui 5 CFU ore di seminari, 10 CFU saranno di ricerca/azione e 20 CFU saranno le ore del periodo di stage o di project work (di cui 5 CFU di prova finale). Una dissertazione finale concluderà il percorso formativo. Le migliori dissertazioni verranno pubblicate su una rivista internazionale.

scarica il bando


Anno Accademico 2015/2016

Master II livello in Economia dello sviluppo e delle risorse culturali, territoriali e ambientali
È stato istituito per l’anno accademico 2015-2016 presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, dal Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica (PAU), il master universitario di II livello in “Economia dello Sviluppo e dei Beni e delle Attività Culturali” diretto dal prof. Domenico Marino.

Il Master si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla valorizzazione e gestione delle risorse territoriali, culturali e ambientali, dei processi di sviluppo, della programmazione del territorio. In particolare, in relazione alla sempre più consistente domanda di competenze adeguate che riguardano il governo del territorio, le politiche di sviluppo e l’avvio di circoli virtuosi a livello territoriale. Il master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo economico, statistico, aziendale, territoriale, e di valorizzazione dei beni culturali.

Il Master intende formare una figura dinamica e duttile in grado di interagire con il territorio nelle sue diverse componenti socio-economiche ed istituzionali, dotata di conoscenze e strumenti per condurre, in via preliminare un’opera di sensibilizzazione alla cultura dello sviluppo dal basso. Capace di animare e vitalizzare il territorio, anche facendo da liaison tra i diversi soggetti che vi operano. Capace di mettere in discussione e rimuovere luoghi comuni e resistenze culturali antichi verso l’iniziativa imprenditoriale e ancor più verso le potenzialità di crescita di piccole e piccolissime imprese, spesso vittime di un atteggiamento di rassegnazione e disistima.

Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:
Economia dello Sviluppo
Politiche di sviluppo e politiche regionali e territoriali
Economia dei beni e delle attività culturali
Politica economica regionale
Programmazione economica
Metodi di valutazione e metodi quantitativi

E’ rivolto a laureati magistrali che abbiano conseguito il titolo, in Italia o all’estero, nei corsi di laurea secondo il nuovo ordinamento o secondo il vecchio ordinamento

Il Master avrà inizio entro il mese di ottobre 2015 e sarà ultimato entro e non oltre il 31 maggio 2016, per una durata complessiva di 1500 ore associate ad un totale di 60 crediti formativi (CFU). La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale, per tutte le attività. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.
Il percorso formativo del Master si articolerà in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 30 CFU, di cui 5 CFU ore di seminari, 10 CFU saranno di ricerca/azione e 20 CFU saranno le ore del periodo di stage o di project work (di cui 5 CFU di prova finale). Una dissertazione finale concluderà il percorso formativo. Le migliori dissertazioni verranno pubblicate su una rivista internazionale.

scarica il bando

domanda di iscrizione


Anno Accademico 2014/2015

Master di I livello in "Economia dello sviluppo e dei Beni e delle Attività Culturali"

È stato istituito per l’anno accademico 2014-2015 presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, dal Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica (PAU), il Master Universitario di I livello in “Economia dello Sviluppo e dei Beni e delle Attività Culturali” diretto dal Prof. Domenico Marino.
Il Master universitario si propone di formare figure professionali con competenze finalizzate alla valorizzazione e gestione dei beni culturali, dei processi di sviluppo, della programmazione del territorio. In particolare, in relazione alla sempre più consistente domanda di competenze adeguate che riguardano il governo del territorio, le politiche di sviluppo e l’avvio di circoli virtuosi a livello territoriale. Il master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze nel campo economico, statistico, aziendale, museologico e di valorizzazione dei beni culturali.
Il Master intende formare una figura dinamica e duttile in grado di interagire con il territorio nelle sue diverse componenti socio-economiche ed istituzionali, dotata di conoscenze e strumenti per condurre, in via preliminare un’opera di sensibilizzazione alla cultura dello sviluppo dal basso. Capace di animare e vitalizzare il territorio, anche facendo da liaison tra i diversi soggetti che vi operano. Capace di mettere in discussione e rimuovere luoghi comuni e resistenze culturali antichi verso l’iniziativa imprenditoriale e ancor più verso le potenzialità di crescita di piccole e piccolissime imprese, spesso vittime di un atteggiamento di rassegnazione e disistima.
Il Master permette di acquisire e sviluppare competenze specialistiche in:
Economia dello Sviluppo
Economia dei beni e delle attività culturali
Politica economica regionale
Programmazione economica
Metodi di valutazione e metodi quantitativi
Politiche di sviluppo e politiche regionali e territoriali

E’ rivolto a Laureati e Laureati Magistrali che abbiano conseguito il titolo, in Italia o all’estero, nei Corsi di Laurea secondo il nuovo ordinamento o secondo il vecchio ordinamento

Il Master avrà inizio entro il mese di Febbraio e sarà ultimato entro e non oltre il 31 ottobre 2014, per una durata complessiva di 1500 ore associate ad un totale di 60 crediti formativi (CFU). La composizione di ogni CFU, equivalente a 25 ore, è definito in 40% di attività frontale e 60% di studio individuale, per tutte le attività. L'erogazione della didattica avverrà secondo il metodo tradizionale, con la possibilità, sulla base delle esigenze specifiche, di uso della modalità e-learning.
Il percorso formativo del Master si articolerà in tre ambiti, a propria volta sviluppati in moduli didattici, project work e ricerca-azione. La didattica frontale sarà pari a 30 CFU, di cui 5 CFU ore di seminari, 10 CFU saranno di ricerca/azione e 20 CFU saranno le ore del periodo di stage o di project work (di cui 5 CFU di prova finale). Una dissertazione finale concluderà il percorso formativo. Le migliori dissertazioni verranno pubblicate su una rivista internazionale.

Bando di ammissione

Domanda di partecipazione


Anno Accademico 2013/2014

Per l’Anno Accademico 2013/2014 è istituito il seguente Master di I Livello: "Progettazione Ambientale per la città sostenibile"

È istituito presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, su proposta del Dipartimento Patrimonio, Architettura, Urbanistica (PAU), il Master Universitario di I livello in “Progettazione ambientale per la città sostenibile”. Lo scopo del Master è finalizzato a preparare profili professionali tecnici in grado di raggiungere le competenze necessarie ad elaborare e gestire progetti edilizi e ambientali nelle varie fasi del processo edilizio, nonché esperti nel management nella gestione dei processi normativo-tecnico procedurali. Il master presenta un forte carattere di multidisciplinarietà, in quanto coniuga differenti competenze quali la progettazione architettonica, la progettazione urbanistica ambientale e territoriale, la storia ed il restauro dei centri storici, la tecnologia dell’architettura, le tecnologie innovative, le tecniche costruttive, i nuovi materiali nonché l’ingegneria strutturale e la rappresentazione dell’ambiente. Il Master prevede la formazione “orientata” di esperti in grado di conoscere le tecniche costruttive innovative, di analizzare i contesti urbani ed ambientali ed eseguire progetti con soluzioni tecnologicamente sostenibili, di saper controllare le tecnologie disponibili, di intervenire in condizioni di risorse minime, di progettare-programmare-gestire progetti di nuovi intervento, progetti di restauro e di ordinaria e straordinaria manutenzione, nonché di condurre cantieri operativi in sicurezza. Gli sbocchi occupazionali prevalenti possono individuarsi all’interno degli Uffici di piano ed in particolar modo in quelle realtà locali che si occupano in modo più precipuo di progettazione urbana, recupero, gestione e manutenzione del patrimonio edilizio/urbano. Il Master avrà inizio entro il mese di novembre 2013 e sarà ultimato entro e non oltre il 30 luglio 2014, per una durata complessiva di 1500 ore associate ad un totale di 60 crediti formativi (CFU). Sono previsti seminari di alto profilo, aperti anche a studenti e professionisti non iscritti al Master, con la partecipazione di esperti, a livello nazionale e internazionale, sulle tematiche affrontate. Nella fase di stage gli allievi si accosteranno ad una esperienza diretta sul campo. Sono previsti stage organizzati di concerto con gli Uffici di piano e Gestione patrimonio. Gli stage avranno la funzione di introdurre gli allievi nel reale contesto delle aree di intervento oggetto dei Project Work con l’opportunità di vivere e collaborare in prima persona all’avvio o alla gestione di uno o più cantieri di lavoro. Gli stage avranno anche lo scopo di indirizzare gli allievi alla scelta dell’argomento della tesi finale. La Direzione del Master è affidata al prof. Francesco Suraci.


Modulo didattico: Progettazione tecnologica ambientale: strumenti e metodi di progetto LABORATORIO DI PROGETTO CATANZARO/CITTA’/TERRITORIO

Prof. Francesco Suraci

Il sistema ambientale della “Fiumarella” e il Lungomare di Catanzaro Lido_ 6 / 7 marzo 2014

SOPRALLUOGO AREE DI PROGETTO: indagine esplorativa sulle trasformazioni in corso / campagna fotografica / prime idee di progetto sulla strategia generale dell’intervento / momenti di confronto / progetti in corso / interviste: Catanzaro Centro storico Catanzaro Sala S. Maria di Catanzaro I quartieri: Aranceto, Corvo, Fortuna, Casciolino, Giovino, Barone, Pistoia La ferrovia e le stazioni della Calabro-lucane Il ponte Morandi L’Università Il lungomare di Catanzaro lido e il porto Le opere litoranee di difesa della costa Il torrente e le nuove infrastrutture La foce della Fiumarella Le aree produttive Le aree dismesse Gli impianti tecnologici a scala territoriale/urbana: il sistema degli impianti consortili di depurazione e gestione delle acque reflue urbane, la regimentazione e incalanamento delle acque nella Fiumarella. La centrale termoelettrica. Partecipano: gli ordini professionali degli architetti e ingegneri, amministratori e tecnici comunali e regionali. Gli allievi del master proporranno un percorso che consente di affrontare problematiche urbane, dalla piccola alla grande scala, centrato su sei temi fondanti:

1.Resilienza_: essere in grado di sviluppare e ritrovare una identità di elementi costruiti strutturanti la città in un contesto di cambiamenti ambientali e tecnologici significativi

2.Sostenibilita’, adattabilità, equità: ambientale, economica, sociale in armonia con i cambiamenti pensando dalla progettazione alla gestione

3.Economia _: gestire le trasformazioni urbane in differenti contesti di attori e di risorse

4.Rapporto pubblico/privato_: condiviso e partecipato tra istituzioni e operatori economici: necessità per le città di diventare più intelligenti nella gestione delle infrastrutture e delle risorse per soddisfare i bisogni attuali e futuri dei cittadini e delle imprese

5. Smart city: progettare processi e tecnologie_: come costruire / ri-costruire_ l’ambiente a scala di sistema attraverso una griglia di normazione regolatrice del nuovo sistema urbano/ambientale sul concetto europeo delle Smart city

Smart Economy

Smart People

Smart Governance

Smart Mobility

Smart Environment

Smart Living

6. Ricerca e sperimentazione di tecnologie abilitanti _: la capacità di analizzare e interpretare la città contemporanea per individuarne le strutture, le gerarchie e le relazioni al fine di guidarne l'evoluzione, imparando ad applicare paradigmi, metodi, strumenti e tecnologie per progettare trasformazioni urbane sostenibili. Pianificare uno sviluppo economico innovatore che possa fare interagire il mondo virtuale dei servizi mobili, di internet delle cose, dei social network con le infrastrutture fisiche di edifici intelligenti, utilities intelligenti (elettricità, riscaldamento, acqua, rifuti, trasporto) e infrastrutture di comunicazione (Processi di trasformazione governati).


Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696180

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696323

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Feed RSS

Facebook

Twitter

YouTube