Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti, necessari al suo funzionamento, e, con il tuo consenso, cookie di profilazione ed altri strumenti di tracciamento di terze parti, utili per esporre video ed analizzare il traffico al fine di misurare l'efficacia delle attività di comunicazione istituzionale. Puoi rifiutare i cookie non necessari e di profilazione cliccando su "Solo cookie tecnici". Puoi scegliere di acconsentirne l'utilizzo cliccando su "Accetta tutti" oppure puoi personalizzare le tue scelte cliccando su "Personalizza".
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy.

Solo cookie tecnici Personalizza Accetta tutti

vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

Corso di Laurea Magistrale in Design per le culture mediterranee. Prodotto|Spazio|Comunicazione

Anno Accademico 2023/2024

Classe: LM-12

Coordinatore del Consiglio di Corso di Studio: Nino Sulfaro


Obiettivi specifici
Il Corso di Laurea Magistrale in “Design per le culture mediterranee” ha l’obiettivo di formare Designer capaci di individuare e di supportare le finalità strategiche di progetto nei diversi ambiti di applicazione, Prodotto | Spazio | Comunicazione, con un chiaro riferimento al contesto Mediterraneo: ambientale, socio-culturale ed economico. È un percorso formativo che mira ad avere una forte identità mediterranea, con una connessione tra artigianato, territorio e industria che possa innovarsi attraverso la storia e la permanenza delle diverse culture che si sono intrecciate e alternate nel tempo.
Attraverso una spiccata multidisciplinarietà, che nutre le proprie radici nella stratificazione millenaria delle diverse culture e delle tradizioni Mediterranee, e che va dalle risorse naturali e paesaggistiche al food, dall'arredo alla moda, dall’oggetto d’uso quotidiano allo spazio dell’abitare (interno e esterno), saranno attivati processi di innovazione nei linguaggi contemporanei e approfonditi temi che riguardano l’evoluzione e l’inclusione sociale nella cultura Mediterranea del design.
Lo studente verrà guidato a gestire e sviluppare i diversi aspetti del progetto (caratteristiche estetiche, morfologiche, comunicative, socio-culturali, economiche, tecnico-produttive e di usabilità); di interagire con il territorio e l’ambiente produttivo peculiare dell’area mediterranea, attraverso processi di Design-Driven Innovation, acquisendo diverse competenze per lo sviluppo di processi produttivi e innovativi sia per i beni materiali che immateriali, di design strategico, di servizi tecnologici e di comunicazione, oltre che la capacità e la maturità di lavorare sia autonomamente che all’interno di un team. In tal modo, potrà diventare designer esperto e responsabile del processo produttivo territoriale, specie nelle peculiarità dell’area mediterranea, in grado di diffondere una cultura tecnico-espressiva per raggiungere contesti sempre più ampi e inclusivi.
Il laureato attraverso i contesti culturali dell’area Mediterranea cercherà i riferimenti per individuare nuovi scenari e nuove tendenze socio-culturali contemporanei, passando dalla dimensione creativa/applicativa, all'ideazione di prodotti e di servizi innovativi che rappresentano l’evoluzione della società di oggi.
Il designer formato nel Corso di Studio Magistrale dovrà:
- saper coniugare la componente umanistica, creatività e capacità tecnica per gestire la progettazione di artefatti e di sistemi di allestimento degli spazi pubblici e privati, accanto a processi di comunicazione atti a recuperare lo Storytelling di oggetti e di luoghi, ricostruire relazione tra prodotti, spazi e utenti;
- sapere sperimentare e sviluppare capacità di analisi, di ricerca e di sintesi sulle esperienze progettuali e di condivisione interdisciplinari, all'interno di scenari che riflettano le tematiche socio-culturali attuali;
- mettere a punto proposte di auto-imprenditoria calibrate sulle potenzialità di nuovi prodotti e nuove modalità di fruizione di produzioni tradizionali, sull'ampliamento qualitativo dell'offerta turistica integrata ai diversi aspetti dell'accoglienza, della ristorazione, della fruizione di beni culturali e ambientali, anche attraverso gli strumenti dell’e-Commerce e dei Social Network.
Per raggiungere tale obiettivo, il CdSM dovrà fornire:
- gli strumenti metodo-antropologici della progettazione per valorizzare e implementare le produzioni e le attività espresse nell’area Mediterranea e la sua identità multiculturale. Le metodologie attivate sperimenteranno processi d'innovazione attraverso il progetto in tutte le fasi, dalla ricerca all'ideazione, dall’ingegnerizzazione alla immissione del prodotto nelle dinamiche di mercato, alle ricadute in termini sociali e culturali;
- le conoscenze disciplinari e interdisciplinari per sviluppare la capacità di interagire in contesti territoriali, settoriali complessi e in evoluzione attraverso l’organizzazione di gruppi di lavoro e di processi progettuali che esplorino la complessità degli scenari dello sviluppo, come la sostenibilità sociale e ambientale ed elaborino specifiche strategie di produzioni, di comunicazione e di servizi integrati, valorizzando le dinamiche della multiculturalità.

Descrizione del percorso formativo
Il CdSM è di durata biennale e si articola in quattro semestri per complessivi 120 CFU.
La didattica è prevalentemente strutturata sullo studio delle tradizioni del saper fare nell’area mediterranea e vede il suo sviluppo in Laboratori didattici interdisciplinari, che sfrutteranno un rapporto diretto con soggetti esterni, aziende e enti pubblici (co-tutela), in modo da sviluppare tematiche inerenti al territorio, per innescare e alimentare la cultura del Design nella produzione e nei servizi locali. A questi si aggiungeranno materie a scelta dello studente, atte a specializzare ulteriormente il percorso formativo, ulteriori attività (competenze linguistiche, informatiche, tirocini, ecc.) per concludersi nella prova finale. Quest’ultima consisterà nella presentazione di una tesi, teorica o progettuale, elaborata individualmente, sotto la guida di un relatore e di eventuali correlatori che ne supportino l’interdisciplinarietà e sviluppata in coerenza con le tematiche connesse al Design per le culture mediterranee.
Gli ambiti disciplinari portanti nel percorso formativo sono i seguenti:
1. cultura del progetto;
2. discipline storico/critiche, e socio-antropologiche;
3. cultura delle tecnologie di trasformazione e lavorazione degli artefatti;
4. culture visive, della rappresentazione e del disegno tecnico;
5. cultura economica della conoscenza d'impresa e di fattibilità economica del progetto.
Tali ambiti si esplicano nelle seguenti discipline caratterizzanti: ICAR/13 - Disegno industriale; ICAR/16 – Architettura degli interni e allestimento; L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro; L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione; ICAR/09 - Tecnica delle costruzioni; ICAR/12 ? Tecnologia dell'architettura; ING-IND/15 – Disegno e metodi di ingegneria industriale; ICAR/17 ? Disegno; INF/01 ? Informatica; ICAR/18 ? Storia dell'architettura; ICAR/22 ? Estimo; M?DEA/01 ? Discipline demoetnoantropologiche; SPS/08 ? Sociologia dei processi culturali e comunicativi. Attraverso di esse si affronteranno tematiche che vanno dall’Eco Product Design all’Interior Design, dai Sistemi Costruttivi per il Design all’Exhibit Design, dal Temporary Design, all’Inclusive Design e la sicurezza degli spazi, alla comunicazione multimediale e alla valutazione strategica e saranno approfonditi ambiti che rivestono un ruolo strategico per le complesse tematiche connesse alle culture mediterranee, tra cui il Design del prodotto nell’ambito di dinamiche di innovazione nella tradizione, l'analisi di forme e strutture per il Design innovativo, la fruizione e l'allestimento del Cultural Heritage, il design per l’inclusione e la coesione sociale e territoriale, la comunicazione del brand mediterraneo e le strategie di valorizzazione turistica del territorio.
A queste si aggiungeranno discipline in settori affini e integrativi, scelte in base alle risultanze delle analisi della domanda e della richiesta di formazione, nonché dalle consultazioni con i principali Stakeholders, per orientare il percorso formativo più specificatamente alle tematiche inerenti al design per il patrimonio culturale del mediterraneo e ai temi della sostenibilità nelle sue varie declinazioni (urbana, territoriale, ambientale, economica, tecnica, …). Tra queste, ad esempio, ci saranno discipline inerenti all’ambito dell’economia, del Cultural Heritage, della riqualificazione degli spazi pubblici e dell’analisi delle strutture per il design.
Attraverso le lezioni frontali e laboratoriali, seminari e workshop, incontri con esperti e altre attività didattiche integrative, che stimoleranno la discussione e l'interazione, verranno fornite allo studente le seguenti conoscenze e competenze:
- conoscenza avanzata e critica della cultura del design;
- conoscenze e capacità di articolare i diversi aspetti teorici, metodologici e progettuali riguardo al processo d'innovazione dei prodotti, dei servizi, degli spazi espositivi, degli artefatti e dei processi comunicativi e socio-culturali, anche in forme integrate;
- conoscenze specifiche sul contesto produttivo, culturale e sociale mediterraneo, associate alla capacità di relazionarsi alle specifiche esigenze e espressioni, strumentazioni concettuali e pratiche al fine di elaborare percorsi di innovazione sociale ed economica;
- conoscenze e capacità di elaborazione relative agli scenari culturali, ai significati e bisogni che incidono sulle modalità di fruizione e consumo dei prodotti/servizi con le specifiche identità territoriali e culturali mediterranee.
La verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi degli insegnamenti avverrà sia in itinere che attraverso un esame finale. Le verifiche in itinere, che si svilupperanno attraverso esercitazioni e prove in aula, consentiranno di monitorare la capacità di applicazione delle conoscenze, ma anche di incentivare un processo di autovalutazione dello studente. L’esame conclusivo si svolgerà attraverso discussioni, individuali e collettive, del lavoro progettuale svolto all'interno dei contesti didattici laboratoriali.
Le attività laboratoriali, in particolare, saranno associate a casi studio sviluppati in collaborazione con soggetti esterni in co-tutela: aziende, enti territoriali, agenzie di comunicazione, ecc. L'accertamento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione sarà effettuato attraverso prove finali, con presentazione di elaborati grafici, testuali, modelli reali/ virtuali, prototipi e prodotti audio-visivi. L'attivazione di tirocini aziendali, inoltre, sarà occasione di verifica della capacità acquisite nel diretto confronto con i contesti professionali e imprenditoriali.

Anno I


Insegnamenti obbligatori

INSEGNAMENTO CFU
Design per la valorizzazione del Cultural Heritage mediterraneo 18
Design per l’innovazione nella tradizione 18
Forme e strutture per il Design 18
Ulteriori attività linguistiche 3



Impostazione cookie

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696322

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696464

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram