Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

CORSO INTEGRATO DI TECNICA ED ECONOMIA DEL CONTROLLO AMBIENTALE

Corso Architettura - Restauro
Curriculum Rigenerazione urbana
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2020/2021
Crediti 12
Settore Scientifico Disciplinare SECS-P/06 - ING-IND/11
Anno Secondo anno
Unità temporale
Ore aula 120
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale unico

Docente DOMENICO MARINO
Obiettivi Obiettivo del corso integrato di "TECNICA ED ECONOMIA DEL CONTROLLO AMBIENTALE" è fornire agli studenti gli strumenti per comprendere e analizzare la dimensione spaziale dei sistemi economici e la sua rilevanza per le politiche di sviluppo, con particolare attenzione ai processi di sviluppo locale.
Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione tra momento ideativo e momento realizzativo.
Il corso intende essere un'esperienza applicativa di progettazione tecnologica, costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei "processi edilizi" e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione.
Scopo del corso è fare acquisire la conoscenza del ruolo sociale del progettista e dei rapporti che si instaurano nella costruzione dell'architettura, tra forma e contenuti, tra fini ambientali e sociali, tra uso dei materiali e loro prestazioni, tra logica degli spazi, logica delle funzioni e ragioni strutturali.

In dettaglio, il modulo di Tecnica del Controllo Ambientale si prefigge l’obiettivo di fornire le necessarie conoscenze per la moderna progettazione energetica nel rispetto del comfort ambientale e di metodi finalizzati alla minimizzazione dei consumi di energia, all’incremento dell’efficienza energetica, in termini di consumi di risorse e prestazioni del sistema edificio-impianto, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenze metodologiche e operative nel campo della certificazione energetica degli edifici, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Acquisizione di strumenti metodologici e dati di riferimento per intervenire con specifica competenza nella progettazione laddove si devono trattare problemi di controllo ambientale e di certificazione energetica.
Autonomia di giudizio
L’acquisizione dei metodi di indagine proposti consentirà allo studente di:
- affrontare le problematiche connesse con il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici;
- selezionare soluzioni progettuali di risparmio energetico nei campi sopra indicati.

Abilità comunicative
Sapersi interfacciare con le diverse competenze in gioco nel processo progettuale energeticamente efficiente ed eco-orientato.
Capacità d’apprendimento
Acquisizione di competenze tecniche in applicazione delle conoscenze di base della Fisica Tecnica riguardanti le applicazioni proprie dell'ambiente confinato. Acquisizione di terminologie, linguaggi, metodologie numeriche e descrittive degli interventi.

MODALITA' DI VALUTAZIONE
L’esame è basato su una singola prova orale volta ad accertare il possesso delle competenze e delle conoscenze disciplinari previste dal corso; la valutazione è espressa in trentesimi. Il punteggio massimo si ottiene se la verifica accerta il pieno possesso dei tre seguenti aspetti: una capacità di giudizio critica nel settore in esame; una spiccata capacità di rappresentare l'impatto dei contenuti oggetto del corso all'interno del settore/ disciplina nel quale i contenuti si iscrivono; infine, una padronanza nella capacità di rappresentare idee e/o soluzioni innovative nel contesto della disciplina.
Lo studente risponderà a domande specifiche sugli argomenti affrontati durante il corso.
Le domande, sia aperte sia semi-strutturate e appositamente pensate per testare i risultati di apprendimento previsti, tenderanno a verificare a) le conoscenze acquisite; b) le capacità elaborative, c) il possesso di un’adeguata capacità espositiva.
In dettaglio:
a) Per quanto attiene alla verifica delle conoscenze, sarà richiesta la capacità di stabilire connessioni tra i contenuti teorici e quelli applicativi del corso.
b) Per quanto attiene alla verifica di capacità elaborative, saranno valutate le seguenti capacità dei candidati:
- fornire autonomi giudizi in merito ai contenuti disciplinari;
- comprendere le applicazioni o le implicazioni degli stessi nell'ambito della disciplina;
- collocare i contenuti disciplinari all'interno del contesto professionale e tecnologico di riferimento.
c) Per quanto attiene alla verifica delle capacità espositive, si ha una valutazione minima nel caso in cui l’esaminando dimostri una proprietà di linguaggio adeguata al contesto professionale di riferimento ma questa non sia sufficientemente articolata, mentre la valutazione massima potrà essere conseguita da chi dimostri piena padronanza del linguaggio settoriale.
Valutazione Voto
Esiti
Eccellente 30 - 30 e lode: Ottima conoscenza degli argomenti, ottima proprietà di linguaggio, buona capacità analitica, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Molto buono 26 - 29: Buona padronanza degli argomenti, piena proprietà di linguaggio, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Buono 24 - 25: Conoscenza di base dei principali argomenti, discreta proprietà di linguaggio, con limitata capacità di applicare autonomamente le conoscenze alla soluzione dei problemi proposti.
Soddisfacente 21 – 23: Non ha piena padronanza degli argomenti principali dell’insegnamento ma ne possiede le conoscenze, soddisfacente proprietà linguaggio, scarsa capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Sufficiente 18 – 20: Minima conoscenza di base degli argomenti principali dell’insegnamento e del linguaggio tecnico, sufficiente capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Insufficiente: Non possiede una conoscenza accettabile dei contenuti degli argomenti trattati nell'insegnamento.


Programma 1. INTRODUZIONE ALL’ECONOMIA DEL TERRITORIO
1.1. Introduzione: economia, territorio, pianificazione
1.2. Elementi di economia
1.3. Esternalità
1.4. Beni pubblici
2 INNOVAZIONE TECNOLOGICA E TERRITORIO
2.1. Economie di Agglomerazione
2.2. Competitività e interazione dei sistemi territoriali
2.3. Innovazione e competitività territoriale
2.4. Le infrastrutture immateriali: informazione e innovazione
2.5. Le politiche territoriali per la diffusione dell’informazione e dell’innovazione
3. PARTE APPLICATA: IL QUADRO DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA TERRITORIALE, ACB, VIA, VAS)
3.1. Fondi strutturali e Progetti di Iniziativa Comunitaria
3.2. Programmazione Nazionale e Quadro Comunitario di Sostegno
3.3. La programmazione regionale
3.4. ACB
3.5. VIA
3.6. VAS


Le lezioni saranno integrate da seminari
Testi docente dispense fornite dal docente
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No
Docente ROSARIO FRANCESCO NICOLETTI
Obiettivi Obiettivo del corso integrato di "TECNICA ED ECONOMIA DEL CONTROLLO AMBIENTALE" è fornire agli studenti gli strumenti per comprendere e analizzare la dimensione spaziale dei sistemi economici e la sua rilevanza per le politiche di sviluppo, con particolare attenzione ai processi di sviluppo locale.
Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione tra momento ideativo e momento realizzativo.
Il corso intende essere un'esperienza applicativa di progettazione tecnologica, costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei "processi edilizi" e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione.
Scopo del corso è fare acquisire la conoscenza del ruolo sociale del progettista e dei rapporti che si instaurano nella costruzione dell'architettura, tra forma e contenuti, tra fini ambientali e sociali, tra uso dei materiali e loro prestazioni, tra logica degli spazi, logica delle funzioni e ragioni strutturali.

In dettaglio, il modulo di Tecnica del Controllo Ambientale si prefigge l’obiettivo di fornire le necessarie conoscenze per la moderna progettazione energetica nel rispetto del comfort ambientale e di metodi finalizzati alla minimizzazione dei consumi di energia, all’incremento dell’efficienza energetica, in termini di consumi di risorse e prestazioni del sistema edificio-impianto, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenze metodologiche e operative nel campo della certificazione energetica degli edifici, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Acquisizione di strumenti metodologici e dati di riferimento per intervenire con specifica competenza nella progettazione laddove si devono trattare problemi di controllo ambientale e di certificazione energetica.
Autonomia di giudizio
L’acquisizione dei metodi di indagine proposti consentirà allo studente di:
- affrontare le problematiche connesse con il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici;
- selezionare soluzioni progettuali di risparmio energetico nei campi sopra indicati.

Abilità comunicative
Sapersi interfacciare con le diverse competenze in gioco nel processo progettuale energeticamente efficiente ed eco-orientato.
Capacità d’apprendimento
Acquisizione di competenze tecniche in applicazione delle conoscenze di base della Fisica Tecnica riguardanti le applicazioni proprie dell'ambiente confinato. Acquisizione di terminologie, linguaggi, metodologie numeriche e descrittive degli interventi.

MODALITA' DI VALUTAZIONE
L’esame è basato su una singola prova orale volta ad accertare il possesso delle competenze e delle conoscenze disciplinari previste dal corso; la valutazione è espressa in trentesimi. Il punteggio massimo si ottiene se la verifica accerta il pieno possesso dei tre seguenti aspetti: una capacità di giudizio critica nel settore in esame; una spiccata capacità di rappresentare l'impatto dei contenuti oggetto del corso all'interno del settore/ disciplina nel quale i contenuti si iscrivono; infine, una padronanza nella capacità di rappresentare idee e/o soluzioni innovative nel contesto della disciplina.
Lo studente risponderà a domande specifiche sugli argomenti affrontati durante il corso.
Le domande, sia aperte sia semi-strutturate e appositamente pensate per testare i risultati di apprendimento previsti, tenderanno a verificare a) le conoscenze acquisite; b) le capacità elaborative, c) il possesso di un’adeguata capacità espositiva.
In dettaglio:
a) Per quanto attiene alla verifica delle conoscenze, sarà richiesta la capacità di stabilire connessioni tra i contenuti teorici e quelli applicativi del corso.
b) Per quanto attiene alla verifica di capacità elaborative, saranno valutate le seguenti capacità dei candidati:
- fornire autonomi giudizi in merito ai contenuti disciplinari;
- comprendere le applicazioni o le implicazioni degli stessi nell'ambito della disciplina;
- collocare i contenuti disciplinari all'interno del contesto professionale e tecnologico di riferimento.
c) Per quanto attiene alla verifica delle capacità espositive, si ha una valutazione minima nel caso in cui l’esaminando dimostri una proprietà di linguaggio adeguata al contesto professionale di riferimento ma questa non sia sufficientemente articolata, mentre la valutazione massima potrà essere conseguita da chi dimostri piena padronanza del linguaggio settoriale.
Valutazione Voto
Esiti
Eccellente 30 - 30 e lode: Ottima conoscenza degli argomenti, ottima proprietà di linguaggio, buona capacità analitica, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Molto buono 26 - 29: Buona padronanza degli argomenti, piena proprietà di linguaggio, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Buono 24 - 25: Conoscenza di base dei principali argomenti, discreta proprietà di linguaggio, con limitata capacità di applicare autonomamente le conoscenze alla soluzione dei problemi proposti.
Soddisfacente 21 – 23: Non ha piena padronanza degli argomenti principali dell’insegnamento ma ne possiede le conoscenze, soddisfacente proprietà linguaggio, scarsa capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Sufficiente 18 – 20: Minima conoscenza di base degli argomenti principali dell’insegnamento e del linguaggio tecnico, sufficiente capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Insufficiente: Non possiede una conoscenza accettabile dei contenuti degli argomenti trattati nell'insegnamento.


Programma Richiami sulla trasmissione del calore.
Cenni sulla radiazione solare e sulla determinazione delle superfici soleggiate.
Analisi termica degli edifici. Prestazioni termofisiche degli elementi di involucro, criteri e valori di riferimento per il calcolo della trasmittanza. Bilancio energetico dell’edificio e determinazione dei carichi termici invernale ed estivo. Concetti di fabbisogno di energia primaria e di fabbisogno di energia termica utile. Norme UNI TS 11300.
Certificazione energetica degli edifici: obiettivi, descrizione di un attestato di prestazione energetica, metodo di calcolo utilizzati e normativa di riferimento.
Benessere termoigrometrico: Il bilancio termico del corpo umano, equazione del benessere, il modello di Fanger, analisi delle condizioni di discomfort localizzato.
Verifiche termoigrometriche per la condensazione superficiale e interstiziale, metodo Glaser.
Qualità dell’aria all’interno degli spazi confinati: le principali sostanze inquinanti, ventilazione e infiltrazione.

Esercitazioni
Per ognuno degli argomenti sopra elencati saranno assegnate delle esercitazioni che saranno oggetto di valutazione in itinere, mediante consegna sulla piattaforma Microsoft Teams.
Nell'ambito del corso si prevede, inoltre, lo svolgimento di un'esercitazione consistente nello sviluppo di un progetto di efficientamento energetico, con il fine di applicare gli elementi di teoria previsti dal corso. Il progetto avrà come oggetto un edificio che verrà individuato tra una delle due categorie: o un edificio esistente di cui si dispongono vari dati dimensionali e relativi agli impianti termici oppure un nuovo edificio da progettare. Uno degli obiettivi principali del lavoro è quello di verificare la capacità degli allievi di determinare il fabbisogno energetico dell’edificio e di individuare quegli interventi di varia natura che conducano verso la classe energetica massima, ovvero quella di edificio ad energia quasi zero (Nearly Zero Energy Building). Lo studio pertanto dovrà fare riferimento alle leggi vigenti inerenti l’efficienza energetica degli edifici, ovvero il Dlgs 192 e smi e quindi anche il Decreto dei Requisiti minimi del 2015 e gli altri Decreti collegati (come il Dlgs 28) e dovrà tenere conto del necessario contributo delle fonti di energia primaria rinnovabile.

L'attività di analisi sarà condotta mediante il supporto di un software tecnico dedicato all'analisi energetica ed alla determinazione della classe energetica degli edifici.

Testi docente Dispense del docente e documenti messi a disposizione sulla piattaforma Teams.
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No
Docente MARINA MISTRETTA
Obiettivi Obiettivo del corso integrato di "TECNICA ED ECONOMIA DEL CONTROLLO AMBIENTALE" è fornire agli studenti gli strumenti per comprendere e analizzare la dimensione spaziale dei sistemi economici e la sua rilevanza per le politiche di sviluppo, con particolare attenzione ai processi di sviluppo locale.
Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione tra momento ideativo e momento realizzativo.
Il corso intende essere un'esperienza applicativa di progettazione tecnologica, costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei "processi edilizi" e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione.
Scopo del corso è fare acquisire la conoscenza del ruolo sociale del progettista e dei rapporti che si instaurano nella costruzione dell'architettura, tra forma e contenuti, tra fini ambientali e sociali, tra uso dei materiali e loro prestazioni, tra logica degli spazi, logica delle funzioni e ragioni strutturali.

In dettaglio, il modulo di Tecnica del Controllo Ambientale si prefigge l’obiettivo di fornire le necessarie conoscenze per la moderna progettazione energetica nel rispetto del comfort ambientale e di metodi finalizzati alla minimizzazione dei consumi di energia, all’incremento dell’efficienza energetica, in termini di consumi di risorse e prestazioni del sistema edificio-impianto, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenze metodologiche e operative nel campo della certificazione energetica degli edifici, con particolare attenzione agli standard europei e alla normativa italiana vigente.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Acquisizione di strumenti metodologici e dati di riferimento per intervenire con specifica competenza nella progettazione laddove si devono trattare problemi di controllo ambientale e di certificazione energetica.
Autonomia di giudizio
L’acquisizione dei metodi di indagine proposti consentirà allo studente di:
- affrontare le problematiche connesse con il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici;
- selezionare soluzioni progettuali di risparmio energetico nei campi sopra indicati.

Abilità comunicative
Sapersi interfacciare con le diverse competenze in gioco nel processo progettuale energeticamente efficiente ed eco-orientato.
Capacità d’apprendimento
Acquisizione di competenze tecniche in applicazione delle conoscenze di base della Fisica Tecnica riguardanti le applicazioni proprie dell'ambiente confinato. Acquisizione di terminologie, linguaggi, metodologie numeriche e descrittive degli interventi.

MODALITA' DI VALUTAZIONE
L’esame è basato su una singola prova orale volta ad accertare il possesso delle competenze e delle conoscenze disciplinari previste dal corso; la valutazione è espressa in trentesimi. Il punteggio massimo si ottiene se la verifica accerta il pieno possesso dei tre seguenti aspetti: una capacità di giudizio critica nel settore in esame; una spiccata capacità di rappresentare l'impatto dei contenuti oggetto del corso all'interno del settore/ disciplina nel quale i contenuti si iscrivono; infine, una padronanza nella capacità di rappresentare idee e/o soluzioni innovative nel contesto della disciplina.
Lo studente risponderà a domande specifiche sugli argomenti affrontati durante il corso.
Le domande, sia aperte sia semi-strutturate e appositamente pensate per testare i risultati di apprendimento previsti, tenderanno a verificare a) le conoscenze acquisite; b) le capacità elaborative, c) il possesso di un’adeguata capacità espositiva.
In dettaglio:
a) Per quanto attiene alla verifica delle conoscenze, sarà richiesta la capacità di stabilire connessioni tra i contenuti teorici e quelli applicativi del corso.
b) Per quanto attiene alla verifica di capacità elaborative, saranno valutate le seguenti capacità dei candidati:
- fornire autonomi giudizi in merito ai contenuti disciplinari;
- comprendere le applicazioni o le implicazioni degli stessi nell'ambito della disciplina;
- collocare i contenuti disciplinari all'interno del contesto professionale e tecnologico di riferimento.
c) Per quanto attiene alla verifica delle capacità espositive, si ha una valutazione minima nel caso in cui l’esaminando dimostri una proprietà di linguaggio adeguata al contesto professionale di riferimento ma questa non sia sufficientemente articolata, mentre la valutazione massima potrà essere conseguita da chi dimostri piena padronanza del linguaggio settoriale.
Valutazione Voto
Esiti
Eccellente 30 - 30 e lode: Ottima conoscenza degli argomenti, ottima proprietà di linguaggio, buona capacità analitica, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Molto buono 26 - 29: Buona padronanza degli argomenti, piena proprietà di linguaggio, lo studente è in grado di applicare le conoscenze per risolvere i problemi proposti.
Buono 24 - 25: Conoscenza di base dei principali argomenti, discreta proprietà di linguaggio, con limitata capacità di applicare autonomamente le conoscenze alla soluzione dei problemi proposti.
Soddisfacente 21 – 23: Non ha piena padronanza degli argomenti principali dell’insegnamento ma ne possiede le conoscenze, soddisfacente proprietà linguaggio, scarsa capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Sufficiente 18 – 20: Minima conoscenza di base degli argomenti principali dell’insegnamento e del linguaggio tecnico, sufficiente capacità di applicare autonomamente le conoscenze acquisite.
Insufficiente: Non possiede una conoscenza accettabile dei contenuti degli argomenti trattati nell'insegnamento.


Programma Richiami sulla trasmissione del calore.
Cenni sulla radiazione solare e sulla determinazione delle superfici soleggiate.
Analisi termica degli edifici. Prestazioni termofisiche degli elementi di involucro, criteri e valori di riferimento per il calcolo della trasmittanza. Bilancio energetico dell’edificio e determinazione dei carichi termici invernale ed estivo. Concetti di fabbisogno di energia primaria e di fabbisogno di energia termica utile. Norme UNI TS 11300.
Certificazione energetica degli edifici: obiettivi, descrizione di un attestato di prestazione energetica, metodo di calcolo utilizzati e normativa di riferimento.
Benessere termoigrometrico: Il bilancio termico del corpo umano, equazione del benessere, il modello di Fanger, analisi delle condizioni di discomfort localizzato.
Verifiche termoigrometriche per la condensazione superficiale e interstiziale, metodo Glaser.
Qualità dell’aria all’interno degli spazi confinati: le principali sostanze inquinanti, ventilazione e infiltrazione.

Esercitazioni
Per ognuno degli argomenti sopra elencati saranno assegnate delle esercitazioni, che saranno oggetto di valutazione in itinere mediante consegna sul piattaforma Microsoft Teams.
Nell'ambito del corso si prevede, inoltre, lo svolgimento di un'esercitazione consistente nello sviluppo di un progetto di efficientamento energetico, con il fine di applicare gli elementi di teoria previsti dal corso. Il progetto avrà come oggetto un edificio che verrà individuato tra una
delle due categorie: o un edificio esistente di cui si dispongono vari dati dimensionali e relativi agli impianti termici oppure un nuovo edificio da progettare. Uno degli obiettivi principali del lavoro è quello di verificare la capacità degli allievi di determinare il fabbisogno energetico
dell’edificio e di individuare quegli interventi di varia natura che conducano verso la classe energetica massima, ovvero quella di edificio
ad energia quasi zero (Nearly Zero Energy Building). Lo studio pertanto dovrà fare riferimento alle leggi vigenti inerenti l’efficienza energetica degli edifici, ovvero il Dlgs 192 e smi e quindi anche il Decreto dei Requisiti minimi del 2015 e gli altri Decreti collegati (come il Dlgs 28) e dovrà tenere conto del necessario contributo delle fonti di energia primaria rinnovabile.
L'attività di analisi sarà condotta mediante il supporto di un software tecnico dedicato all'analisi energetica ed alla determinazione della classe energetica degli edifici.


Testi docente Dispense del docente e documenti messi a disposizione sulla piattaforma Teams.
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni


Documenti inseriti da Domenico Marino

Descrizione Descrizione
dispensa 2 (dispensa) Descrizione
dispensa 3 (dispensa) Descrizione
dispensa 4 (dispensa) Descrizione
dispensa1 (dispensa) Descrizione
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696322

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696323

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram