Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

RIGENERAZIONE E SOSTENIBILITÀ URBANA

Corso Scienze dell'architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2018/2019
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/21
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa

Canale unico

Docente DOMENICO PASSARELLI
Obiettivi Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente acquisirà specifiche conoscenze teoriche, metodologiche e operative nel campo dell’urbanistica e pianificazione territoriale con particolare attenzione alla rigenerazione urbana e ambientale e sarà in grado di comprendere l’evoluzione del fenomeno e delle modalità interpretative. Sarà in grado di acquisire le conoscenze necessarie per studiare il fenomeno del degrado urbano attraverso le diverse modalità progettuali in termini sostenibili.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente acquisirà la capacità di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite in ambito scientifico e professionale e di comprendere la correlazione esistente tra fasi analitiche e strumenti urbanistici.
Autonomia di giudizio
Lo studente acquisirà la capacità di individuare, raccogliere e interpretare i dati di tipo sintetico e/o analitico, derivanti dalla indagine diretta sul territorio, delle fonti istituzionali e quelli derivanti dagli strumenti della pianificazione, necessari per formulare giudizi sugli effetti derivanti dalla realizzazione del progetto.
Abilità comunicative
Il Corso si colloca nella logica del superamento della fase dell’espansione urbana e del degrado dell’ambiente, per entrare in quella della rigenerazione del patrimonio esistente e della sostenibilità ambientale. Pertanto il Corso è finalizzato a specializzare gli studenti nel campo della progettazione e pianificazione urbanistica mediante la rigenerazione del patrimonio edilizio ed urbanistico esiistente e dell’ambiente urbano, secondo i canoni della sostenibilità.
Il percorso formativo è centrato sulle competenze disciplinari dell’ingegneria civile, dell’architettura e dell’urbanistica, alle quali si affiancano le necessarie conoscenze nel campo legislativo.

Lo studente acquisirà la capacità di:
- organizzare in elaborati i risultati delle letture ed interpretazioni dei fenomeni rigenerativi;
- operare a livello professionale in gruppi di studio;
- presentare pubblicamente gli esiti ottenuti;
- individuare problemi e soluzioni a possibili interlocutori.
Capacità d’apprendimento
Alla fine del corso lo studente sarà in grado di leggere parti di città degradate e/o abbandonate e le dinamiche in atto; interpretare criticamente le condizioni in cui si trova il territorio al momento della sperimentazione; comprendere gli orientamenti normativi della legislazione urbanistica; elaborare una idea metaprogettuale sulla base della conoscenza sistematica acquisita in riferimento ad un’area di studio.

Programma Il corso intende favorire la comprensione di una metodologia integrata e sostenibile della rigenerazione di parti di città e sistemi urbani in coerenza con strategie comunali ed intercomunali finalizzate al miglioramento delle condizioni urbanistiche, abitative, socio-economiche, ambientali e culturali degli insediamenti umani.
La rigenerazione urbana rappresenta l’occasione per risolvere problemi come l’assenza di identità di un quartiere, la totale mancanza di spazi pubblici e l’elevata densità edilizia che rende impossibile gli allargamenti delle sedi viarie, la realizzazione di aree verdi e perfino la messa a dimora di alberature lungo i marciapiedi. La disincentivazione del consumo di suolo non urbanizzato, pone la questione dei costi vivi diretti e indiretti per l’ambiente, che non possono essere sottovalutati se la prospettiva in cui ci poniamo è quella della sostenibilità: è quanto mai necessario governare il territorio con strumenti urbanistici adeguati, in grado di frenare le nuove costruzioni al di fuori di programmi di rigenerazione del patrimonio edilizio inadeguato. Programmi che, oltre alla riqualificazione urbanistica ed edilizia, con utilizzo di materiali sostenibili e ricorso a energie alternative, favoriscano l’eliminazione del disagio sociale conseguente allo sviluppo che ha caratterizzato il secondo dopoguerra, con interventi che hanno risposto quasi esclusivamente alla speculazione edilizia ed alla rivalutazione della rendita fondiaria. La riqualificazione degli spazi pubblici, incidendo sulla qualità della vita degli abitanti e sul loro senso di appartenenza ai luoghi può, infatti, costituire un fattore decisivo nella riduzione delle disparità tra quartieri ricchi e poveri, contribuendo a promuovere una maggiore coesione sociale: oltre agli aspetti relativi alla casa, gli interventi si devono porre l’obiettivo della riqualificazione delle infrastrutture urbanizzative e il trattamento delle tematiche sociali, economiche, ambientali. Gli obiettivi della rigenerazione sono essenzialmente ricondicibili a: la messa in sicurezza, manutenzione e rigenerazione del patrimonio edilizio pubblico e privato; la drastica riduzione del consumo del suolo e degli sprechi degli edifici, energetici e idrici; la rivalutazione degli spazi pubblici, del verde urbano, dei servizi di quartiere. la razionalizzazione della mobilità urbana e del ciclo dei rifiuti. l’implementazione delle infrastrutture digitali innovative con la messa in rete delle città italiane, favorendo l’home working e riducendo così spostamenti e sprechi; la salvaguardia dei centri storici e la loro rivitalizzazione, evitando di ridurli a musei. Nello specifico:
Dalla crescita quantitativa allo sviluppo qualitativo
Rivisitare gli strumenti urbanistici in relazione alla sostenibilità e sviluppo locale
Sostenibilità e criteri quali/quantitativi
Il ruolo delle comunità locali e le trasformazioni in atto
I soggetti plurali: dalla partecipazione alla concertazione
Il panorama regionale tra strumentazione urbanistica tradizionale ed innovativa
Lo scenario programmatico
Gli strumenti della programmazione nelle diverse generazioni
I programmi di rigenerazione urbana e ambientale
Centralità dell’urbanistica nelle azioni di rigenerazione urbana
L’intervento nei tessuti storici nell’evolversi della cultura urbanistica
Dal recupero edilizio alla rigenerazione della città. La città come organismo
La rigenerazione urbana come politica di sviluppo
Le politiche e le azioni di rigenerazione urbana previste nell’Agenda Urbana
Le condizioni del degrado urbano
I settori per una riconversione qualitativa dell’organismo urbano
Quartieri ecosostenibili. Indirizzi metodologici e paradigmi progettuali
Fattori caratterizzanti per uno sviluppo equilibrato e sostenibile
Paesaggio e ambiente tra vincolo e piano. Verso una nuova progettualità
La mobilità sostenibile e la qualità urbana
Uno sguardo alla pianificazione di area vasta
Nuovi problemi e tecniche innovative nella progettazione urbanistica
Verso il piano strategico


Testi docente Gabrielli B., Il recupero della città esistente, Etaslibri, milano 1993;
Carta M., Governare l’evoluzione. Principi, metodi e progetti per una urbanistica in azione, Milano F. Angeli, 2009
Bulsei G., le sfide della sostenibilità, Aracne 2010;
Colombo, Pagano, Rossetti, Manuale di Urbanistica, ed. Pirola, Milano, 2002;
Davico L., Mela A., Staricco L., Città sostenibili: una prospettiva sociologica, Carocci 2009;
Musco F., Rigenerazione urbana e sostenibilità, F. Angeli Milano 2009;
Diappi L., Rigenerazione urbana e ricambio sociale, F. Angeli milano 2009;
Passarelli D.,Mauro G.C., Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale. Questione di Metodo ed Aspetti Operativi, Laruffa Editore, Reggio Calabria 2010.
Storchi S.,, Recupero, riqualificazione e riuso della città, Unicopli, Milano 2001
Si consiglia la lettura della Voce Urbanistica in “Enciclopedia Universale dell’Arte”, Ed. Sansoni, Firenze 1966; dei numeri delle Riviste dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) Urbanistica e Urbanistica Informazioni.
Altri riferimenti e materiali didattici saranno forniti durante il Corso.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
programma in inglese (programma) Descrizione
scheda trasparenza programma (programma) Descrizione

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Domenico Passarelli
ricevo dalle 15.00 alle ore 17.00 il mercoledì presso stanza del Dip.to PAU
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696180

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696323

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Feed RSS

Facebook

Twitter

YouTube