Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

Dottorato in Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali

Coordinatore:

Sede:

Reggio Calabria

Cicli attivi:

XXVI - XXVII - XXVIII

Area di ricerca:

Architettura

Curricula:


Obiettivi formativi

Scheda di sintesi

Il Dottorato, si caratterizza per l’approccio interdisciplinare ai problemi della conservazione dei beni architettonici e ambientali, intendendo formare operatori preparati ad affrontare in maniera specialistica i singoli aspetti in settori SD specifici, ma capaci di integrarli nella complessità. Si articola in quattro curricula: storia (ICAR 18), conservazione e restauro dell’architettura (ICAR 19), conservazione dell’ambiente antropizzato (ICAR 21), valutazione economica dei progetti di conservazione (ICAR 22).Il 1° curriculum offre i mezzi per la comprensione storico-critica e gli strumenti per le indagini e l’esame analitico delle opere (forme, programmi, linguaggi, materiali, uso, relazioni, evoluzione). Il 2° estende la conservazione a tutto il costruito storico: il restauro è inteso come procedimento che tende alla conservazione attraverso scelte che hanno come obiettivo il mantenimento delle identità. Mettendo a confronto le esperienze in Italia e all’estero, con riferimento tanto alle evoluzioni storiche della disciplina e alle più recenti acquisizioni teoriche, quanto all’operatività nell’ambito del costruito. Il 3° analizza il territorio come “struttura” propria, con le sue risorse culturali e la fenomenologia delle modificazioni indotte dall’uomo, e come “supporto fisico” alle attività antropiche. Nel proprio caso fornendo elementi di base che consentano una lettura delle trasformazioni avvenute, nel secondo approfondendo i metodi di acquisizione delle informazioni necessarie al momento analitico, indispensabile per ogni fase di intervento. Il 4° affronta i problemi d’inserimento dei beni architettonici e ambientali nell’ambito delle previsioni di pianificazione strategica urbana e territoriale la conoscenza delle tecniche di gestione e valutazione degli interventi indirizzati alla conservazione, manutenzione e valorizzazione, risolvendo il problema delle scelte in un progetto a vasta scala con l’ausilio di tecniche e procedimenti metodologici di valutazione, che consentono di prevedere e valutare gli effetti derivanti dalle decisioni di intervento. La conservazione dei beni architettonici e ambientali è affrontata in modo interdisciplinare e attraverso il superamento di un atteggiamento selettivo nei confronti dei beni “monumentali”, col considerare tutto l’edificato storico relazionato alla difesa e valorizzazione del suo contesto ambientale, coniugando la salvaguardia della dimensione scientifica alla convenienza degli interventi tesi allo sviluppo del territorio di pertinenza.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696322

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696323

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram