Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

29 marzo Francesco Cafiso – Dario Deidda DUO in concerto

Ore 17.00 - Aula Quaroni - Francesco Cafiso si racconta. Esperienza musicale ed umana

Ore 21.00 - Aula Quaroni - Francesco Cafiso – Dario Deidda DUO

Il Francesco Cafiso – Dario Deidda DUO è un progetto entusiasmante sia nella formula che nello stile.

Si tratta di un progetto “drumless” cioè senza batteria, con una piacevole freschezza sonora e stilistica.

Il repertorio che viene proposto suggerisce un ampio ventaglio di emozioni e suggestioni. La musica affonda le proprie radici nel jazz: lo swing, il blues e la creatività sono i veri protagonisti di tutto il concerto.

Ne fanno parte due musicisti di notevole spessore artistico, dotati di particolari caratteristiche tecniche e timbriche che, oltre a generare un compatto groove, godono di ampi spazi per improvvisare e dare il meglio di sé.

Cafiso, con la sua voce calda e lirica, disarticola la melodia dei brani, costruendo assoli straordinari per originalità e creatività.

Deidda al Basso acustico assicura al collega un vero e proprio tappeto sonoro, creando con il suo strumento linee ritmico-melodiche moderne e di gran classe.

Line Up: Francesco Cafiso - Altosax e Flauto traverso - Dario Deidda – Basso


Francesco Cafiso (1989) è uno dei talenti più precoci nella storia del jazz.

Già a nove anni muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama internazionale quali Bob Mintzer, Maria Schneider, George Gruntz, Gianni Basso e molti altri.

Decisivo per la sua carriera è l’incontro, nel luglio del 2002, durante il Pescara Jazz Festival, con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sé nell’European tour del 2003.

Da allora, Francesco ha suonato nei Jazz Festival, nei teatri e nei Jazz Club più importanti del mondo.

Ha vinto diversi premi prestigiosi, tra i quali il Premio Nazionale Massimo Urbani a Urbisaglia, il premio EuroJazz a Lecco, l’International Jazz Festivals Organization Award a New York, la World Saxophone Competition a Londra, il Django d’Or a Roma, e ricevuto molti altri importanti riconoscimenti.

Per fare nuove esperienze musicali, è stato a New Orleans, dove ha suonato con Ellis Marsalis e molti altri importanti musicisti del luogo.

Nel 2004 ha partecipato come ospite al Festival di Sanremo.

Nel 2005 lo Swing Journal, l’autorevole rivista giapponese di musica jazz, gli ha conferito il New Star Award, premio riservato ai talenti stranieri emergenti e, subito dopo, si è affermato nel Top Jazz, referendum della rivista italiana Musica Jazz, che lo ha riconosciuto miglior nuovo talento dell’anno.

Ha suonato con grandissimi musicisti quali: Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides, Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, Christian McBride, George Mraz, Joe Locke, Adam Nussbaum, Enrico Rava, Stefano Bollani e moltissimi altri.

Nel 2006 consegue il Diploma di laurea di I livello in Flauto Traverso presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali V. Bellini di Catania.

Dal 2008 è direttore artistico del Vittoria Jazz Festival a Vittoria, sua città natale.

Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. day. Il 17 luglio del 2009, Umbria Jazz lo ha nominato “ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo.

Nel 2010 consegue la laurea specialistica di II livello in Jazz presso il Conservatorio Corelli di Messina e subito dopo si esibisce in Cina durante il festival “The best of Italian Jazz” in occasione dell'Expo a Shangai.

Nel 2012 ha arrangiato “Don’t Stop”, la musica di sottofondo dello spot pubblicitario ENI Station.

Nel luglio del 2012, in occasione dei Giochi Olimpici, è stato invitato a esibirsi a Londra, presso la sede di Casa Italia, alla presenza dell’Ambasciatore italiano a Londra e dei vertici del CONI.

Nel settembre 2012, durante una lunga permanenza negli stati Uniti, ha tenuto una serie di masterclasses di sassofono alla UPenn, la prestigiosa università di Filadelfia.

Nei primi del mese di giugno 2013, per volontà del Ministero degli Esteri ed espressa scelta del Console Generale di Philadelphia, in collaborazione con il Segretario di Stato Americano John Kerry, Francesco è stato scelto per rappresentare l’Italia per suonare nell’ambito dei festeggiamenti per l’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti.

Il 20 febbraio 2014, a New York, ha ricevuto dall’American Society of the Italian Legions of Merit il «Grand Award of Merit», per il contributo che Francesco ha dato, in rappresentanza dei musicisti siciliani, allo sviluppo e alla diffusione del Jazz nel mondo.

Nel marzo 2015 viene pubblicata l'ambiziosa opera discografica denominata “3” (Alfredo Lo Faro Produzioni), costituita da tre album profondamente diversi tra loro: "La Banda", "Contemplation" e "20 Cents Per Note ". Pubblicati in contemporanea, i tre dischi vedono Cafiso nelle vesti di compositore, arrangiatore ed esecutore.

Il 09 luglio del 2015 è stato uno dei solisti invitati a Strasburgo a suonare con una grande orchestra sinfonica durante il Congresso Mondiale dei Sassofonisti.

"We play for tips" è il suo ultimo lavoro discografico, in Nonetto, uscito per la E-Flat Record in gennaio del 2018.

Dario Deidda (1968) è nato a Salerno e fa parte di una famiglia in cui la musica ha sempre avuto un ruolo importante, dai nonni paterni, ai genitori entrambi pianisti, fino a lui ed i fratelli Sandro e Alfonso. Inizia a 6 anni con la batteria ma dopo qualche anno si innamora del basso ed inizia a studiare seriamente la musica. Si diploma in contrabbasso al Conservatorio ma durante gli studi perfeziona ancora le sue conoscenze al basso elettrico e al pianoforte. Ama definirsi un musicista a 360°, ma il suo mondo musicale è il jazz. Profondo conoscitore del jazz tradizionale e dei songbooks americani, si spinge fino alle tendenze jazzistiche più attuali. Nonostante il grande amore per il contrabbasso, è sul basso elettrico che costruisce il proprio stile, riuscendo a farsi apprezzare da tutti nonostante la scarsa considerazione che ha questo strumento nel jazz. Ed in effetti da qualche anno adotta principalmente strumenti acustici e semiacustici riuscendo a trovare un suono davvero unico. Svolge quindi attività concertistica e di insegnamento in tutto il mondo come musicista freelance, e attualmente è il bassista del prestigioso Standards Trio di Kurt Rosenwinkel.

Principali collaborazioni italiane:

M. Giammarco, U. Fiorentino, R. Gatto, D. Rea, P. Fresu, E. Rava, M. DeVito, P. Condorelli, A. Onorato, A. Salis, S. Bonafede, F. Zeppetella, J. Girotto, M. Urbani, S. Di Battista, E. Pieranunzi, G. Telesforo, R. Giuliani, F. Boltro, F. Cafiso, F. D’Andrea, A. Golino, T. De Piscopo e altri ancora altrettanto importanti.

Con artisti statunitensi ed europei:

M. Miller, G. Garzone. J.Bergonzi, G.Coleman, B.Golson, K.Lightsey, T.Harrell,, M.Petrucciani, J.Moody, K. Rosenwinkel, D.Liebman, S.Grossman, J.Como, P.Sery, P.Erskine, F. Ambrosetti, Gil Evans Orchestra, L.Soloff, A.Sipiagin, J.Tain Watts, C.Stubblfield, L.Donaldson, B.Sidran, M.Garrison, C.Anderson, B.Lagrene, R.Brecker, B. Hart, D. Stryker, P.Bernstein, G.Hutchinson, A. Goldberg, L. Leathers ed altri.

Come sideman ha inciso con alcuni tra i sovracitati musicisti almeno 60 cd. Ha inciso nel 2003 per la Go Jazz il primo cd a proprio nome “3 from the Ghetto” con Julian O. Mazzariello e Stephane Huchard ed alcuni ospiti tra cui S. Di Battista. Sempre per la Go Jazz (USA) ha suonato nel primo album da solista di Clyde Stubbfield, storico batterista di James Brown. Ha collaborato e registrato inoltre con noti artisti pop italiani internazionali.

Ha suonato dal 1998 al 2003 nelle band e big band di Carl Anderson (era “Giuda “nel famoso musical movie “Jesus C. Superstar”) in tour in Italia. Nel 1999 ha suonato nel tour di Pino Daniele, e dal 2003 al 2007 è stato il bassista di Fiorella Mannoia, registrando i suoi ultimi 4 cd e 2 videoconcerti live.

Ha tenuto un consistente numero di clinics in tutta Italia e nel mondo sulle tecniche bassistiche e sull’improvvisazione jazz nelle varie scuole musicali, conservatori e università. Dal 2004 insegna basso elettrico jazz al Conservatorio di Salerno. Da sottolineare poi la clinic tenuta alla Berkley School di Boston (USA) nel 2006.

I suoi brani su MySpace ed i video su YouTube sono visualizzati e apprezzati da migliaia di persone nel mondo. Dal 2010 al 2017 vince i “Jazz It Awards” (della nota rivista specializzata “Jazz It”) come miglior bassista elettrico jazz.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1696501

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1696320

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreteria didattica

Tel +39 0965.1696322

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail


Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1696510

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Segreterie CdL

Tel +39 0965.1696323

Fax +39 0965.1696550

Indirizzo e-mail

Orientamento

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram